Tengwar

Aaye quén.
Oggi, con calma, iniziamo partendo dalle Tengwar, ovvero le consonanti dai gentili tratti, tondeggianti e delicati che indicano quanto sia magica e armoniosa la lingua elfica. Ma non per questo più facile.
Le tengwar hanno ognuna un nome di un oggetto di uso comune che diventano le iniziali degli oggetti stessi o comunque fan parte del corpo della parola.
Partiamo dicendo che le Tenwanda Feanaro, le più famose si suddividono in cinque categorie:

Tincotéma
Parmatéma
Calmatéma
Tyelpetéma
Quessetéma

Ognuna di esse si sviluppa in altri sette punti.
A dire il vero, osservando bene, ogni punto ha un carattere per categoria. Quindi dipende se vorremo leggere la tabella riportata in verticale o in orizzontale.

Ho cercato un’immagine per rendervi meglio e quella che vi riporto ora è la più precisa che ho trovato ma non è ancora corretta.

Difatti… Prendete l’ultima riga, penultima lettera, quella “lambda” minuscola greca. Non è la “i” ma la “Yanta”, quindi la Y.

In questa tabella però manca il quarto tipo, le Tyelpetéma, e la quarta numerazione e onestamente non riesco a trovar di meglio, sebbene la quarta numerazione non riporti comunque nota dei nomi che rappresenta ma solo dei caratteri.

Ma ora diamo un nome a queste lettere. Successivamente risolverò questa mancanza, sia mai che non vi insegni senza delle lettere!

Leggendo in orizzontale:

T = Tinco (metallo)
P = Parma (libro)
C = Calma (lampada)
Qu = Quesse (piuma)

Nd = Ando (entrata)
Mb = Umbar (destino)
Ng = Anga (ferro)
Ngw = Ungwe (oscurità)

Th = Thúle (spirito)
F = Formen (nord)
Ch = Charma (tesoro)
Hw = Hwesta (brezza)

Nt = Anto (bocca)
Mp = Ampa (gancio)
Nc = Anca (mascella)
Nqu = Unque (fosso)

N = Númen (occidente)
M = Malta (oro)
Ñ = Ñoldo (elfo membro del Secondo Clan)
Ñw = Ñwalme (tortura)

R = Óre (cuore)
V = Vala (Potente)
Ӡ = Anna (dono)
W = Wilya (aria)

(NOTA: Da considerare che quasi tutti i significati riportati non sono unici: la medesima parola può anche avere più di un significato)

Le parole riportate sotto la linea che separa la tabella sono le Tengwar aggiuntive. Inoltre, sono parte della tabella delle Tengwar facenti parte del Quenya degli Elfi Sapienti in esilio (che avevano la “lambda” minuscola considerata come “+i”)
Ad ogni modo è giusto che si sappia che parole rappresentano.

R = Rómen
Rd = Arda (territorio)
L = Lambe (linguaggio)
Ld = Alda (albero con ampia chioma)
S = Silme (argento)
S = Silme nuquerna (è la “Silme” – S – rovesciata)
SS = Esse (persona)
SS =Áre nuq. (luce del giorno – con sempre la “SS” invertita)
H = Hyarmen (sud)
I = Yanta (ponte)
U = Úre (calore)

Non a caso vi sono gli accenti. Anche quelli serviranno per poter scrivere le parole. Non solo: se avete la pazienza e la curiosità, adesso vi riporto in Lingua Comune come si suddivide l’alfabeto Quenya.
E per oggi avremo finito.

A
Á
C
Ch (con l’h apice)
CH
E
É
F
‘H
H
Hw
Hy
I
Í
L
M
N – Ny
Ñ – Ñw
O
Ó
P
Ph (h apice)
QU
R
S
T
Th (h apice)
TH
U
Ú
V
W
Y
Ӡ

E dopo questo io vi lascio. Non è facile, ve lo dissi e ve lo ribadisco. Ma è interessante e può essere divertente. Prossimamente vi riporto come si scrivono le vocali e già con questa “infarinatura” potreste divertirvi a scrivere il vostro nome con i caratteri o ricopiare poemi elfici scritti ovviamente in elfico, riportandoli con i caratteri elfici. O potrete comprendere la scritta dell’anello o anche…

Ma per il momento è tutto.

Namaarie
Lótë Lómëo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...